Domanda on line

Gli studenti che presentano domanda per l’anno accademico 2015/2016 devono effettuare l’iscrizione on-line attraverso questa pagina.

  • Compilare tutti i campi i richiesti. Si ricorda che è possibile (ma non obbligatorio) scegliere fino ad un massimo di tre destinazioni.
  • La domanda in formato cartaceo con gli allegati dovrà essere consegnata all’Ufficio Relazioni Internazionali entro la data indicata sul bando.
  • Dopo aver inviato la domanda sarà possibile modificare e aggiornare i propri dati cliccando sul bottone “Aggiorna i tuoi dati” in fondo a questa pagina.

Attenzione: prima di procedere, assicurati di:

conoscere le coordinate IBAN del tuo conto bancario. Ricorda che non è possibile indicare le coordinate di un altra persona (ad es. un famigliare), a meno che tu non sia cointestatario del conto.

– conoscere il valore ISEEU (obbligatorio solo per gli studenti di nazionalità Italiana: vedi nota 1.)

– avere caricato le tue registrazioni su un servizio di file sharing (ad esempio Dropbox, You Tube,  Vimeo ecc.): dovrai indicare obbligatoriamente almeno un link.

Domanda on linedevi prima aver fatto il login Aggiorna i tuoi datidevi prima aver fatto il login

Nota:

(1) In caso di esito positivo della domanda, gli studenti di altre nazionalità che intendano usufruire dei benefici economici previsti dalle norme fissate dall’Agenzia Nazionale Erasmus+, dovranno consegnare all’Ufficio Relazioni Internazionali copia della seguente documentazione fiscale, tradotta e legalizzata dalle Autorità competenti:

  • Certificato attestante lo stato di famiglia. Se è presente un solo genitore specificare: separato/divorziato, vedovo, non convivente (in questo caso è necessario avere i dati del genitore non convivente);
  • Documentazione attestante i redditi percepiti nell’anno solare 2013 da tutte le persone che compongono lo stato di famiglia (specificare se i redditi sono prodotti per lavoro dipendente, autonomo, pensione). In caso non sia stato prodotto alcun reddito la documentazione deve contenere una dichiarazione dove si specifica la mancanza di reddito per ciascuna persona presente nello stato di famiglia
  • Documentazione attestante il patrimonio mobiliare posseduto da tutte le persone presenti nello stato di famiglia al 31/12/2015: depositi, azioni o titoli di investimento, assicurazioni sulla vita, patrimonio netto della società di cui si è titolari o dell’impresa. In caso non si possieda patrimonio mobiliare la documentazione deve contenere una dichiarazione della mancanza di patrimonio mobiliare per ciascuna persona presente nello stato di famiglia.
  • Documentazione attestante il patrimonio immobiliare posseduto alla data del 31/12/2015 di tutte le persone presenti nel nucleo familiare con indicazione dei metri quadrati dei singoli immobili. Specificare se l’immobile è casa di residenza o altro. In caso non si possieda patrimonio immobiliare la documentazione deve contenere una dichiarazione della mancanza di patrimonio mobiliare per ciascuna persona presente nello stato di famiglia.

Tale documentazione deve essere rilasciata dalle competenti Autorità del Paese in cui i patrimoni e i redditi sono stati prodotti e legalizzata e tradotta in lingua italiana dalle Rappresentanze Diplomatiche o Consolari Italiane all’estero.

Per quei Paesi in cui il rilascio della documentazione da parte della locale Ambasciata italiana presenta particolari difficoltà, lo studente può rivolgersi alle Rappresentanze diplomatiche o Consolari estere in Italia: in tal caso la certificazione rilasciata deve essere legalizzata dalle Prefetture ai sensi dell’art. 33, del D.P.R. 28 dicembre 2000.

Per gli studenti stranieri provenienti da Paesi particolarmente poveri (specificati con decreto del Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca Scientifica d’intesa con il Ministro per gli Affari esteri) la valutazione della condizione economica è effettuata sulla base di una certificazione della Rappresentanza italiana nel paese di provenienza che attesti che lo studente non appartiene a una famiglia notoriamente di alto reddito e di elevato livello sociale. Tale certificazione può essere rilasciata anche dall’Università di iscrizione estera collegata da accordi o convenzioni con l’Ateneo o da parte di enti italiani abilitati alla prestazione di garanzia di copertura economica di cui alle vigenti disposizioni in materia di immatricolazione degli studenti stranieri nelle università italiane. Lo studente è comunque obbligato a dichiarare i redditi e il patrimonio eventualmente detenuti in Italia dal proprio nucleo familiare in base al decreto legislativo 31 marzo 1999, n. 109, come modificato dal decreto legislativo 3 maggio 2000, n. 130.

La condizione economica e patrimoniale per gli studenti stranieri non appartenenti all’area dell’Euro è valutata sulla base del cambio medio.

 

 

I commenti sono chiusi